Grecia | OnitRes

Grecia

Posted by francoon 24 febbraio 2013

L’80% circa della Grecia è composto da montagne o colline, tanto da essere uno dei Paesi europei più montuosi. Il Monte Olimpo, un luogo importante della cultura ellenica è la vetta più alta del Paese. Considerato un tempo la residenza degli Dei, è oggi molto popolare fra gli amanti dell’alpinismo e del trekking. La Grecia occidentale presenta diversi laghi.

La cucina greca vanta una plurisecolare tradizione gastronomica. Caratterizzata principalmente per il fatto di essere una cucina mediterranea. Molto diffuso è l’uso della carne di agnello, montone e maiale. Nelle zone costiere e insulari, invece, il pesce fa parte dei piatti tradizionalmente importanti.

Nella cucina greca sono presenti principalmente prodotti freschi cucinati in vario modo. I piatti più conosciuti anche al turismo internazionale sono il moussaka, l’insalata greca (a base di pomodoro, cipolla, olive nere, formaggio feta e origano), la spanakopita (a base di spinaci), i ghemistà (pomodori e peperoni ripieni di riso, carne macinata e varie spezie) e il souvlaki (uno spiedino di maiale alla brace).

Altri piatti piuttosto diffusi sono la skordalia (un purè di patate con noci, mandorle, aglio e olio d’oliva), lo tzatziki (yogurt, cetrioli, anice, aglio e olio d’oliva), il polpo grigliato, il formaggio feta (spesso servito con un pizzico di origano e olio d’oliva), i dolmades (involtini di riso in foglia di vite), vari legumi cucinati in vario modo, le olive (quelle di Kalamata fra le più famose al mondo), e vari formaggi regionali. L’olio di oliva, di cui la Grecia è il terzo produttore mondiale e il maggiore consumatore pro-capite al mondo è presente quasi in ogni piatto.

Alcuni piatti risalgono probabilmente all’Antica Grecia, come la zuppa di lenticchie e il pasteli, una barretta di sesamo e miele.

Molto diffusi in alcune regioni, soprattutto montane e continentali, sono le salsicce, il kokoretsi (a base di interiora di agnello allo spiedo), e varie carni alla brace. Dessert molto famosi sono il galaktoboureko (a base di latte, uova, zucchero e pasta phyllo, anch’essa di origine greca), lo yogurt con miele e noci (spesso mangiato a colazione), la vassilopita (mangiata a Capodanno secondo tradizione), il baklava e il kadaifi, questi ultimi due in comune con la cucina mediorientale.

Le spezie e gli aromi più usati sono l’origano, la menta, l’aglio, l’anice, le foglie di alloro, il timo, il basilico e la cannella.

Tagged with , Posted in promo

Comments are Closed

;)